Xagena Mappa
A Focus on CV
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Smettere di fumare e cambiamento di peso in relazione all'incidenza delle malattie cardiovascolari e alla mortalità nelle persone con diabete di tipo 2


Per ridurre il rischio sostanzialmente aumentato di malattie cardiovascolari e mortalità prematura, l'interruzione del fumo è particolarmente importante per le persone con diabete.
Tuttavia, l'effetto del cambiamento di peso dopo aver smesso di fumare sulle conseguenze a lungo termine sulla salute derivate dalla cessazione del fumo non è ben definito.
Sono state esaminate la cessazione del fumo e la successiva variazione di peso in relazione a eventi cardiovascolari incidenti e mortalità tra gli adulti con diabete mellito di tipo 2.

In uno studio di coorte basato sulla popolazione, sono stati analizzati i dati di persone con diabete di tipo 2 provenienti da due coorti prospettiche negli Stati Uniti: Nurses' Health Study ( 1976–2014 ) e Health Professionals Follow-Up Study ( 1986–2014 ).

Sono stati inclusi partecipanti di entrambe le coorti che avevano il diabete di tipo 2 prevalente o erano stati diagnosticati durante lo studio e che erano fumatori attuali o non fumatori senza malattie cardiovascolari o tumore alla diagnosi di diabete.
Le informazioni su dati demografici, malattie di nuova diagnosi, anamnesi e fattori dello stile di vita, tra cui lo stato di fumo e la variazione di peso, sono state aggiornate ogni 2 anni attraverso questionari convalidati.

È stata valutata l'incidenza di malattie cardiovascolari e mortalità per qualsiasi causa e cause specifiche tra i soggetti che hanno smesso di fumare recentemente ( entro 6 anni dall'interruzione ) e quelli da lungo tempo ( più di 6 anni ) associata alla variazione di peso entro 6 anni dalla cessazione del fumo tra le persone con diabete mellito di tipo 2.

Su 173.229 partecipanti totali della coorte ( 121.700 del Nurses' Health Study e 51.529 dell’Health Professionals Follow-Up Study ), 10.809 persone con diabete di tipo 2 sono state incluse nell'analisi delle malattie cardiovascolari incidenti e 9.688 sono state incluse nella analisi della mortalità.

Si sono verificati 2.580 casi di malattia cardiovascolare durante 153.166 anni-persona di follow-up e si sono verificati 3.827 decessi durante 152.811 anni-persona di follow-up.

I pazienti con interruzione del fumo recente ( 2-6 anni consecutivi dalla cessazione dell'abitudine al fumo ) senza aumento di peso entro i primi 6 anni dall'interruzione avevano un rischio significativamente più basso di malattie cardiovascolari rispetto alle persone che hanno continuato a fumare ( hazard ratio aggiustato, aHR multivariabile 0.83 tra tutte le persone che hanno smesso di fumare di recente, 0.77 tra le persone che hanno smesso di fumare di recente senza aumento di peso, 0.99 tra le persone che hanno smesso di fumare di recente con aumento di peso di 0.1–5.0 kg, 0.89 tra le persone che hanno smesso di fumare di recente con aumento di peso superiore a 5.0 kg e 0.72 tra i soggetti che hanno smesso di fumare da lungo tempo ( più di 6 anni consecutivi dalla cessazione del fumo ).

L'aumento di peso entro 6 anni dalla cessazione del fumo non ha attenuato la relazione inversa tra cessazione a lungo termine e mortalità per qualsiasi causa ( aHR multivariabile 0.69 tra i soggetti che hanno smesso di fumare da lungo tempo senza aumento di peso, 0.57 tra le persone che hanno smesso di fumare da lungo tempo con aumento di peso di 0.1–5.0 kg e 0.51 tra i pazienti che hanno smesso di fumare da lungo tempo con aumento di peso superiore a 5.0 kg ), con risultati simili osservati per le malattie cardiovascolari e la mortalità per tumore.

La cessazione del fumo senza conseguente aumento di peso è associata a un ridotto rischio di malattie cardiovascolari e mortalità tra i fumatori con diabete mellito di tipo 2. L'aumento di peso dopo l'interruzione del fumo attenua la riduzione del rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, ma non attenua l'effetto benefico dell'interruzione del fumo rispetto alla mortalità.

Questi risultati confermano i benefici generali per la salute di smettere di fumare tra le persone con diabete mellito di tipo 2, ma sottolineano anche l'importanza della gestione del peso dopo l'interruzione del fumo per massimizzare i suoi benefici per la salute. ( Xagena2020 )

Liu G et al, Lancet Diabetes & Endocrinology 2020; 8: 125-133

Endo2020 Cardio2020 Psyche2020



Indietro